26/04/2022

News

Plenaria UISG 2022: Comunicato Stampa

Plenaria UISG 2022: Comunicato stampa

 

Dal 2 al 6 Maggio, si svolgerà, in presenza presso l’Hotel Ergife e on line, la XXII Assemblea Plenaria della UISG.


Il 29 aprile alle ore 12 presso la Sala Stampa della Santa Sede presenteremo i temi principali.
Interverranno:
Sr. Jolanta Kafka, Presidente della UISG (spagnolo, italiano, polacco)
Sr. Patricia Murray, Segretaria Esecutiva della UISG (inglese)
Sr. Franca Zonta, Superiora generale delle Suore Marianiste (italiano,
francese)
Sr. Roxanne Schares, Superiora Generale delle School Sisters of Notre Dame
(inglese).


Saranno quasi 700 le Superiore Generali che prenderanno parte all’Assemblea Plenaria 2022: di queste, 520 saranno a Roma.


Le partecipanti sono di 71 diverse nazionalità: il continente più rappresentato è l’Europa, dove risiedono molte delle Case generali delle Congregazioni.
Dall’Africa il paese più rappresentato è la Repubblica Democratica del Congo; in Asia l’India; in America del Nord gli USA; in America Centrale e del Sud, Messico e Brasile.


Il tema della Sinodalità accompagnerà la settimana di incontri, animati da più di 10 Relatrici e relatori, attraverso 5 parole chiave tematiche:
Vulnerabilità, Processo sinodale, Vita religiosa e Sinodalità, Periferie, Chiamate alla trasformazione.


Sr Jolanta Kafka, rmi, Presidente della UISG, dice: “Ci sono molti modi per rendere visibile la sinodalità: la nostra assemblea, con i suoi contenuti e metodi è un’esperienza di sinodalità della vita religiosa femminile. Ci auguriamo veramente di vivere uno spazio privilegiato di ascolto, di ricerca comune con lo Spirito Santo. Dialogheremo di come stiamo contribuendo al processo sinodale della Chiesa, di come possiamo incoraggiare l’ascolto profondo in stile sinodale e di come entrare in una dinamica di discernimento comune come Chiesa riconoscendo la vulnerabilità come caratteristica tipicamente umana.”

 

Gli interventi degli ospiti presenti verranno trasmessi in diretta streaming in lingua originale sul canale Youtube di Vatican News, collegandosi al sito.

 

Leggi di più

Notizie correlate